Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Italian Design Day in Lesotho (Maseru, 25 marzo 2022)

Data:

28/03/2022


Italian Design Day in Lesotho (Maseru, 25 marzo 2022)

Nell’ambito dell’Italian Design Day – organizzato ogni anno dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per promuovere il design e l'architettura italiani nel mondo – l’Ambasciata d’Italia a Pretoria, in collaborazione con “Relationships Inspiring Social Enterprise (RISE)”, ha organizzato il 25 marzo 2022, per la prima volta in Lesotho, presso l’“Avani Lesotho Hotel” di Maseru e online, l’evento dal titolo: “Rigenerazione, Design e nuove tecnologie per un futuro sostenibile in Italia e Lesotho”. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di stimolare il dialogo tra attori italiani e basotho sull’architettura sostenibile, per promuovere una transizione verso modelli di città sostenibili, inclusive e con servizi moderni fruibili dalle collettività locali, in particolare nelle aree più svantaggiate.

Moderata dall’architetto basotho Matjato Moteane, la conferenza si è aperta con l’intervento dell’Ambasciatore d’Italia Paolo Cuculi, che ha condiviso una riflessione sullo sviluppo urbano sostenibile, promuovendo l’eccellenza del design e dell’architettura italiani e valorizzando la Candidatura di Roma a ospitare EXPO 2030 al pubblico del Lesotho.

Gli architetti italiani Matteo Poli del Politecnico di Milano e Luca Astorri dello studio AOUMM di Milano, hanno illustrato alcuni progetti di rigenerazione urbana realizzati in coerenza coi principi di sostenibilità ambientale e inclusione sociale, e con il coinvolgimento di giovani studenti basotho, tra i quali un centro per bambini con disabilità mentali a Maseru e il padiglione del Lesotho per la XXIII Triennale di Milano, incentrato sul tema della gestione delle risorse idriche.

Sono poi seguite le presentazioni del progetto Seriti Sa Makhoarane (SSM), volto a preservare il patrimonio storico e culturale della comunità locale di Morija, e dell’architetto e designer del Lesotho, Mokheti Rampeta, il quale si è soffermato su alcuni suoi recenti progetti volti a creare nuovi spazi multifunzionali fruibili dalle collettività locali e sostenibili dal punto di vista ecologico.

A seguire, si è sviluppato un vivace dibattito con il pubblico, che ha confermato il forte apprezzamento di cui gode il design italiano nel paese, mettendo in luce l’interesse della locale società civile per i temi dello sviluppo urbano sostenibile e inclusivo.


492