Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Turismo delle Radici

Data:

04/08/2020


Turismo delle Radici

Con l’iniziativa “Turismo delle Radici”, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – attraverso la Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le istituzioni rappresentative degli italiani all’estero – intende promuovere il patrimonio artistico e culturale italiano rivolgendosi agli italiani residenti all’estero e agli italo-discendenti, per invitarli a riscoprire le loro terre d’origine. "Turismo delle Radici" raccoglie un’offerta turistica strutturata attraverso specifiche strategie di comunicazione, coniugando alla proposta di beni e servizi del terzo settore la conoscenza della propria storia familiare e della propria cultura d’origine. La promozione del turismo delle origini può inoltre aiutare a sostenere il rilancio dell’economia italiana, in particolare del terzo settore, fortemente colpito dalla pandemia di COVID-19.

Secondo i dati dell’Agenzia Nazionale del Turismo (ENIT), negli ultimi vent’anni, la categoria dei “turisti delle radici” è cresciuta di oltre il 70%. La particolarità del turismo delle radici è il legame tra il viaggiatore e i territori visitati, che lo rendono non solo un potenziale investitore, ma anche un ambasciatore dei luoghi da cui proviene e che custodiscono la sua storia familiare.

Tra le iniziative volte alla promozione del “Turismo delle Radici, importante è stata la pubblicazione, a settembre 2019, del primo volume di una collana di guide turistiche regionali tradotte in inglese, spagnolo e portoghese, dal titolo “Guida alla Radici Italiane. Un Viaggio Sulle Tracce dei Tuoi Antenati”, dedicato a percorsi in Puglia, Basilicata, Abruzzo ed Emilia-Romagna (disponibile qui). Un secondo volume includerà Calabria, Sicilia, Molise, Lazio e Lombardia.

Al seguente link è inoltre disponibile (anche in inglese) il questionario "Scoprirsi Italiani: i viaggi delle radici in Italia", i cui risultati saranno utilizzati per preparare uno studio che fornisca a istituzioni ed addetti strumenti idonei a sviluppare prodotti turistici centrati sulle esigenze dei viaggiatori delle radici.


425