Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO ITALIANO PER IL CONTENIMENTO DEL VIRUS COVID-19

Data:

26/02/2020


MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO ITALIANO PER IL CONTENIMENTO DEL VIRUS COVID-19

 

Al fine di fornire piena, trasparente e corretta informazione, si comunicano le misure urgenti che il Governo italiano ha assunto per contenere, gestire e prevenire la diffusione del virus COVID-19 (novel coronavirus).

Misure nei Comuni interessati

Il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, e il relativo decreto attuativo del Presidente del Consiglio dei Ministri prevedono che nei comuni o nelle aree nei quali risulta positiva almeno una persona per la quale non si conosce la fonte di trasmissione o comunque nei quali vi è un caso non riconducibile ad una persona proveniente da un'area già interessata dal contagio del menzionato virus, le autorità competenti sono tenute ad adottare ogni misura di contenimento e gestione adeguata e proporzionata all'evolversi della situazione epidemiologica. Possono essere adottate anche le seguenti misure:

˗ divieto di accesso e divieto di allontanamento dal comune o dall'area interessata da parte di tutti gli individui comunque presenti nel comune o nell'area;

˗ sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato;

˗ sospensione delle scuole di ogni ordine e grado e delle università;

˗ sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei;

˗ applicazione della misura della quarantena con sorveglianza attiva agli individui che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva diffusiva;

˗ chiusura di tutte le attività commerciali, esclusi gli esercizi commerciali per l'acquisto dei beni di prima necessità;

˗ chiusura o limitazione dell’attività degli uffici pubblici;

˗ limitazione all'accesso o sospensione dei servizi del trasporto di merci e persone terrestre, aereo, ferroviario, marittimo, nonché di trasporto pubblico locale;

˗ sospensione delle attività lavorative per le imprese.

Al momento, i Comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del Contagio sono:

- nella Regione Lombardia:

a) Bertonico;

b) Casalpusterlengo;

c) Castelgerundo;

d) Castiglione D'Adda;

e) Codogno;

f) Fombio;

g) Maleo;

h) San Fiorano;

i) Somaglia;

j) Terranova dei Passerini

- nella Regione Veneto:

a) Vo'.

Gli individui che dal 1° febbraio 2020 sono transitati ed hanno sostato in tali Comuni sono obbligati a comunicare tale circostanza al
Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio, ai fini dell'adozione, da parte dell’autorità sanitaria competente, di ogni misura necessaria, ivi compresa la quarantena volontaria con sorveglianza attiva.

Altre importanti città italiane

In importanti città, come Milano e Venezia, le amministrazioni locali hanno introdotto misure precauzionali come la chiusura delle scuole e la sospensione delle attività culturali e sportive e degli eventi pubblici.

Viaggiatori dalle aree riconosciute dall’OMS come epidemiche

Con l’Ordinanza 21 febbraio 2020, il Ministero della Salute italiano ha stabilito che è fatto obbligo a tutti gli individui che, negli
ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall'epidemia, come identificate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) (www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019), di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria territorialmente competente, che provvederà all'adozione della quarantena volontaria con sorveglianza attiva. La misura riguarda anche i cittadini italiani che siano stati nelle
aree a rischio e poi siano rientrati in Italia non direttamente, bensì attraverso altri Paesi.

Voli e navi

Per quanto riguarda le misure inerenti l’ingresso in Italia delle persone provenienti dall’estero, permane il divieto per tutti gli
aerei diretti da e per la Cina e Taiwan, con deroga per i voli cargo, il cui arrivo è previsto nei soli aeroporti di Roma Fiumicino (FCO) e Milano Malpensa (MXP) e con specifiche misure di controllo anche sugli equipaggi. Prosegue il piano di monitoraggio e sorveglianza dei passeggeri dei voli e delle navi.

Numero verde

Il numero verde 1500 è attivo in Italia per segnalazioni e richieste di informazioni.

Aggiornamenti

Per aggiornamenti relative alla situazione in Italia, si potrà consultare la pagina del Minister della Salute http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus o quella del Dipartimento della Protezione Civile (anche in inglese) http://www.protezionecivile.gov.it/risk-activities/health-risk/emergencies/coronavirus.

Per informazioni relative ai viaggi all’estero, si potrà consultare il sito www.viaggiaresicuri.it gestito dall’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri.


391