Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Workshop bilaterale di collaborazione scientifica su automotive e mobilità

Data:

17/09/2019


Workshop bilaterale di collaborazione scientifica su automotive e mobilità

Si tiene a Pretoria, il 16 e il 17 Settembre 2019, un workshop sulla collaborazione accademica nell’ambito della ricerca e della formazione nel settore “Automotive e mobilità”.

L’evento è organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Sudafrica con la collaborazione del locale Ministero della Scienza e dell’Innovazione ed il coinvolgimento di diverse università italiane e sudafricane. La partecipazione accademica italiana riguarda gli atenei di Modena e Reggio Emilia e Bologna, in rappresentanza del Consorzio emiliano-romagnolo MUNER – Motorvehicle University of Emilia-Romagna. La partecipazione sudafricana è connessa alle tre principali università del Gauteng: University of Pretoria, University of the Witwatersrand e Tshwane University of Technology, atenei con dipartimenti molto attivi nello sviluppo della ricerca e della tecnologia nel settore. Tra i partner nell’organizzazione dell’evento anche il Automotive Industry Development Centre (AIDC), centro fondato nel 2000 dall’Agenzia per lo Sviluppo del Gauteng per sostenere l’industrializzazione della Provincia sudafricana e l’attuazione delle politiche di sviluppo nel settore dell’Automotive.

Durante il workshop, che verrà aperto dall’Ambasciatore d’Italia, Sua Eccellenza Paolo Cuculi, dal Rettore dell’Università di Pretoria, Prof. Tawana Kupe, dal vice-Rettore dell’Università del Witwatersrand, Prof. Zeblon Vilakazi e dal Pro-Rettore all’internazionalizzazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Prof. Sergio Ferrari, saranno firmati tra le Università italiane e sudafricane diversi accordi di collaborazione che avranno ad oggetto il rafforzamento della ricerca congiunta, programmi di formazione comune e la mobilità del personale e studentesca.

Il workshop segna la formalizzazione a livello accademico di una collaborazione avviata dal comune di Reggio Emilia e la provincia del Gauteng.


367